Ciao “guerriero”

1 Luglio 2010

sotto Cinemando,Dedicando

La prima volta che ti ho visto ti odiavo, eri il solito sbruffone che per culo era stato messo davanti a una telecamera e da lì a poco si sarebbe trovato pieno di soldi senza fare nulla. Poi da quella casa ci sei uscito e, sinceramente, un po’ mi hai sorpreso. Non sei stato come gli altri tuoi “colleghi”, non ti sei prestato a certe pantomime, sei stato un ribelle del piccolo schermo, uno dei pochi (forse l’unico) che ha partecipato a un reality.
Col tempo hai mantenuto il tuo basso profilo, ti sei fatto vedere poco in tv e ti sei fatto una famiglia. Ti facevi gli affari tuoi ma eri sempre ricordato un po’ da tutti.
Fondamentalmente non hai fatto un cazzo, diciamocelo, non ti si potrà ricordare per infrastrutture importanti, romanzi, azioni umanitarie o altro, ma non si sa per quale motivo stai simpatico un po’ a tutti.
Quando ho letto del tuo incidente e che eri in fin di vita non ci potevo credere, eri poco più vecchio di me e, il giorno dopo, quando sei mancato, mi è spiaciuto veramente tanto.
Non ti conoscevo, tu non conoscevi me, mi stavi simpatico e ti voglio ricordare così con due parole scritte online e dopo questo tuo incidente mi soffermo ancora una volta sulla vita e su tutto quello che ci circonda, su mille pensieri che ogni tanto ti vengono e che poi passano ma che in un modo o nell’altro ti fanno pensare.
Per quanto puoi pianificare, creare, distruggere può succederti la qualunque cosa in qualsiasi momento, quindi, da buon guerriero quant’eri, voglio prendere spunto da te e vivere!
Voglio vivere ogni attimo, voglio godermi ogni momento, voglio essere felice anche per le piccole cose, voglio saper apprezzare tutto ciò che di bello mi circonda.

Ciao Pietro “il guerriero”, morituri te salutant.

[`friendfeed` not found]
Share on Facebook
[`google_buzz` not found]
Bookmark this on Google Bookmarks
Bookmark this on Delicious
[`tweetmeme` not found]

Lascia un commento

Articolo precedente:

Articolo successivo: